Melone Yubari King: il melone più costoso al mondo

Gli amanti del melone sanno bene che questo frutto offre diverse varietà deliziose, da quello giallo a quello bianco, fino al cantalupo: parliamo, infatti, di uno dei frutti estivi più amati di sempre, dal sapore inconfondibile e mediterraneo – ma non solo!

Infatti, proviene dall’Oriente – per la precisione, dal Giappone – il trend culinario del momento, nonché il melone più costoso al mondo: lo Yubari King.

 

Cos’è lo Yubari King?

Il melone Yubari King nasce dall’esperimento di un coltivatore della cittadina di Yubari, il quale ha provato a incrociare due varietà di melone cantalupo: lo Earls Favourite e lo Spicy Cantaloupe.

A questo ibrido è stato dato il nome scientifico di ‘Cucumis Melo Reticulatus’: un frutto raro e raffinato, dal gusto unico e dolce, che nel Paese del Sol Levante viene offerto o regalato in occasione di cerimonie importanti.

 

Qual è il suo costo?

Per quanto riguarda il suo prezzo, lo Yubari King in Giappone può arrivare a costare tra i 2,5 e i 5 milioni di Yen per coppia: parliamo, quindi, di cifre che vanno dai 20'000 ai 41'000 Franchi, anche se gli esemplari meno perfetti vengono venduti a circa 200 Euro.

Come da tradizione giapponese, inoltre, i meloni vengono confezionati e venduti esclusivamente in coppia, normalmente all’asta, sotto forma di veri e propri prodotti di lusso.

 

Yubari King: perché è così prezioso

L’estetica inimitabile

Prima di tutto, a rendere lo Yubari King così prezioso e costoso è la sua estetica a dir poco perfetta, tipica della minuziosità giapponese.

All’apparenza, infatti, il frutto somiglia al classico cantalupo, ma la sua forma è perfettamente tonda e presenta una scorza liscia con eleganti venature dalle tonalità più chiare.

Si tratta quindi di un’estetica ricercata, assicurata dalla stessa cooperativa di coltivatori che supervisiona ogni singolo melone prima di commercializzarlo: da tradizione, infatti, tutti i pezzi presentano le stesse dimensioni e lo stesso peso.

 

La rarità unica

Per di più, come dicevamo, parliamo di un frutto davvero raro che viene coltivato in pochissimi esemplari e solo in una determinata regione della prefettura di Hokkaido, come accade per tantissimi altri cibi di lusso, come il manzo di Kobe o lo champagne.

 

La cura minuziosa

Ma ciò che più di tutto giustifica il prezzo e la raffinatezza di questo frutto sono sicuramente i numerosi accorgimenti adottati dagli agricoltori locali durante la coltivazione, i quali:

  • Selezionano solo i semi migliori, mentre la coltivazione avviene all’interno di serre caratterizzate da un terreno ricco di cenere vulcanica;
  • Fanno sì che i fiori vengano impollinati da api dedicate e allevate ad hoc;
  • Lavano i frutti una volta al giorno e li tengono sospesi, così che l’aspetto e il colore siano uniformi;
  • Indossano dei guanti bianchi, affinché la buccia non venga macchiata in alcun modo;
  • Infine, proteggono dal sole gli esemplari migliori, in modo tale che acquisiscano un gusto ancora più dolce, oltre a una forma perfettamente sferica e una buccia liscissima.

 

La festa del papà origini e curiosità

< PRECEDENTE

Matrimoni nel 2021: scopri i trend

SUCCESSIVO >

Iscriviti alla newsletter

Non perdere l'occasione di scoprire novità e consigli per rendere i tuoi eventi futuri sempre migliori.

Clicca sulla casella "Non sono un robot"

* Campi obbligatori

Non perdere l'occasione di scoprire novità e consigli per rendere i tuoi eventi futuri sempre migliori.

Le sei varietà di funghi più usate in cucina

Le sei varietà di funghi più usate in cucina

Leggi di più