La festa del papà origini e curiosità

festa-del-papà-1908-catering

La festa del papà viene festeggiata il 19 marzo In Svizzera, ma varia in base alla nazione. Nei paesi di tradizione cattolica, la data fu per molto tempo la principale festa legata alla morte di San Giuseppe, il padre adottivo di Gesù.

Occasione per riunire tutta la famiglia in compagnia di buon cibo e con la gioia di rivedere uno degli uomini più importanti della nostra vita. Il culto di San Giuseppe ha origini molto antiche già nell’alto medioevo si celebrava la sua figura nelle chiese orientali. Intorno al Trecento la pratica si diffuse anche in Occidente il 19 marzo che secondo la tradizione è anche la data della sua morte. Le notizie di questo santo sono ben poche, estrapolate dai Vangeli di Matteo e di Luca si soffermano più sull’infanzia di Gesù. Nel 1479 Papa Sisto IV inserì la festa nel calendario romano e divenne il santo patrono di alcuni paesi come Messico, Canada e Belgio.

Negli Stati Uniti la festa ha origini molto più recenti e sono legate alla festa della mamma più che alla religiosità. La tradizione dice che sia stata appunto una donna di Spokane, Sonora Smart Dodd, a crearla nel 1909 in occasione di un sermone per la festa della mamma. Il 19 giugno 1910 si celebrò la prima festa del papà negli Stati Uniti, nel mese di nascita del padre di Sonora Dodd. Solo nel 1966 il presidente Lyndon Johnson proclamò ufficialmente la terza domenica di giugno come il Father’s Day.

Le rose sono il simbolo della festa, rosse se il genitore è ancora in vita e bianche in caso contrario. La celebrazione di San Giuseppe coincide con la fine dell’inverno e va a sovrapporsi a tradizioni pagane come quella della purificazione agraria. In questa occasione si bruciano tutti i residui del raccolto sui campi ed enormi cataste di legna vengono accese ai margini della piazze. Quando il fuoco sta per spegnersi alcuni lo scavalcano con grandi salti, nel mentre le vecchiette filano ed intonano inni a San Giuseppe. Tipico in Ticino è il Tortello di San Giuseppe.

Commento

Vuoi essere il primo a lasciare un commento?

Lascia un commento

*